Skip to main content

Uno dei capi più importanti dell’abbigliamento flamenco è la gonna: deve avere la giusta caduta e ampiezza per accompagnare la danza in modo armonioso ed estetico, ma allo stesso tempo deve essere comoda per la ballerina che la indossa. Vuoi saperne di più sulla gonna flamenca? In questo post ti raccontiamo tutto.

Qual è l’origine della gonna flamenca?

La gonna flamenca era l’indumento abituale delle donne delle classi più umili nel XIX secolo: l’abito lungo accompagnato dall’aprono a volant era un indumento comodo per le loro attività quotidiane e le donne lo indossavano anche quando accompagnavano i loro mariti alle fiere del bestiame, dove attirarono l’attenzione delle signore delle classi più alte, che lo adottarono come abbigliamento, migliorandone la qualità dei materiali e aggiungendo decorazioni più delicate ed esclusive.

PRENOTA ORA!

UN’ESPERIENZA UNICA DI FLAMENCO A BARCELLONA.

Acquista i biglietti

Contribuì a questo la Feria de Abril di Siviglia del 1929, la prima occasione in cui questo evento acquisì il carattere ludico che conserva ancora oggi e in cui il vestito flamenco divenne l’abbigliamento tipico dell’evento.

Evoluzione della gonna flamenca nella moda

Sebbene l’abbigliamento flamenco abbia un carattere tipico e senza tempo, facilmente riconoscibile anche agli occhi non esperti, è l’unico tra gli abiti tradizionali spagnoli adattato alle mode: anno dopo anno, i grandi designer adattano le ultime tendenze alla gonna flamenca e all’abbigliamento gitano senza che questo perda la sua essenza.

Possiamo dire che questa tendenza è iniziata negli anni ’50, quando nastri e fiocchi di raso hanno iniziato ad adornare gli abiti gitani, che erano anche cuciti con grandi maniche svasate.

Con l’arrivo degli anni ’80, la gonna flamenca ha subito un eccesso di stampe e decorazioni, proprio come il resto degli abiti femminili dell’epoca, mentre le taglie si stringevano e le gonne si adattavano meglio ai fianchi.

Gli anni ’90 hanno completamente ribaltato la tendenza, rimuovendo decorazioni e eccessi, aprendo la strada ad abiti flamenco più leggeri e vaporosi, meno aderenti e in colori solidi. Con l’arrivo del nuovo secolo, abbiamo visto gonne flamenco di tutti gli stili, tessuti e stampe, sulla passerella e per strada, in eventi tipicamente flamenco come le fiere di Siviglia e Málaga, ma anche in eventi come matrimoni, première cinematografiche e feste esclusive.

Quando si usa la gonna flamenca?

Oggi, la gonna flamenca, abbinata a una blusa, viene utilizzata principalmente in due contesti distinti: durante una pellegrinazione o sul palco, dove è più frequente nel caso di cori e gruppi di flamenco, al fine di uniformare l’aspetto delle artiste, e meno nel caso di cantanti o ballerine soliste, che spesso optano per l’abito a coda intera.

Nel caso delle pellegrinazioni, la gonna flamenca è abbinata a una blusa dello stesso o diverso colore, un foulard annodato intorno al collo e un cappello di paglia per proteggersi dal sole. Ai piedi, stivali da cowboy o scarpe da ginnastica con suola in esparto, che consentono di camminare e cavalcare comodamente.

Gonna “en cascada” e gonna “canastera”

Tradizionalmente, la gonna canastera è una gonna pensata per camminare in una pellegrinazione, non tanto per godersi una giornata di fiera, ed è quindi composta da un unico volante, diviso, comunque, in tante parti quanti ne sceglie la sarta. È anche conosciuta come gonna rociera.

In contrasto, troviamo la gonna con volant a cascata, più tradizionale per la danza e quindi per la fiera, in cui ogni volant è indipendente dagli altri e tutti sono cuciti alla gonna. Con questo tipo di gonna si ottiene volume e movimento.

Falda flamenca en espectáculo

Tessuti della gonna per ballare il flamenco

Un altro dei grandi utilizzi attuali della gonna flamenca è come abbigliamento da prova per ballerine. In questo caso, per scegliere la gonna adeguata, è importante prestare attenzione al tessuto, che influenzerà il peso e il movimento della gonna. Alcuni dei tessuti più comuni per le gonne da prova sono:

  • Punto: molto adatto per i principianti, poiché è un tessuto che impedisce la formazione di strappi quando il tacco si impiglia in uno dei volant, cosa comune quando si inizia a ballare.
  • Viscosa: più fine ed elastico, si adatta molto bene al corpo della ballerina e non fa troppo caldo.
  • Lycra: con questo materiale vengono realizzate gonne aderenti e molto elastiche di grande durata.
  • Crespón: è un tessuto più costoso, quindi di solito è riservato a gonne professionali o creazioni di grandi maestri sarti, grazie al suo corpo, caduta e leggerezza, che genera un movimento bellissimo durante la danza.
  • Velluto: riservato per abiti professionali di alta qualità, il velluto conferisce corpo e riflessi spettacolari a seconda di come la luce colpisce, anche se genera più calore durante la danza.

Accessori per il vestito da flamenco

Ma la gonna da flamenco da sola non fa la ballerina: per diventare l’abbigliamento spettacolare che tutti conosciamo, il vestito è completato da accessori che contribuiscono al movimento e alla spettacolarità della danza. Ecco alcuni di essi.

Scialle o sciallino

Anche conosciuto come pico, lo scialle è un accessorio essenziale nell’abbigliamento da flamenco: sebbene in origine fosse utilizzato per proteggersi dal freddo, attualmente completa l’abito, aggiungendo una nota di colore. Una ballerina esperta sfrutterà la caduta e il movimento dello scialle per conferire maggiore spettacolarità alla sua danza.

Orecchini

Così vengono chiamati gli orecchini tipici indossati dalle ballerine di flamenco per completare il loro abbigliamento. Di solito sono grandi e di colori vistosi, abbinati al fiore dei capelli, e se scelti correttamente possono cambiare completamente l’aspetto dell’abbigliamento.

Ventaglio

Nel mondo del flamenco, il ventaglio ha un ruolo molto più importante che semplicemente accompagnare l’abbigliamento femminile: se in origine veniva utilizzato per combattere il caldo estivo, le donne hanno sviluppato presto un proprio linguaggio in cui le diverse posizioni del ventaglio nella mano emettevano diversi messaggi. Nelle esibizioni di flamenco, il ventaglio contribuisce a conferire intenzionalità e sensualità ai movimenti della ballerina.

Abanico flamenco

Scarpe

Scegliere delle buone scarpe da flamenco è cruciale per le ballerine, poiché la loro comodità dipende in gran parte dalla loro capacità di eseguire le loro performance con il duende e l’arte che le caratterizza. Le scarpe da flamenco devono essere realizzate in pelle flessibile, avere diversi centimetri di tacco e possono includere chiodi nella suola e nel tacco, al fine di conferire maggiore spettacolarità sonora al picchiettio dei piedi.

Se vuoi conoscere l’importanza della gonna da flamenco nella danza e goderti come le nostre ballerine trasmettono tutta la loro forza e movimento sul palco, non aspettare oltre e prenota ora i tuoi biglietti per una delle rappresentazioni offerte da Gran Gala Flamenco al Teatro Poliorama o al Palau de la Música Catalana. Ti piacerà!

PRENOTA ORA!

UN’ESPERIENZA UNICA DI FLAMENCO A BARCELLONA.

Acquista i biglietti

X